Emilio Pucci collezione primavera-estate 2014

Ricami Masai, silhouette contrapposte e richiami Hip Hop per la collezione della Maison fiorentina, curata dal direttore creativo Peter Dundas.

La donna di Emilio Pucci per la stagione primavera-estate 2014 è un trionfo di colori, di silhouette antitetiche e di un tocco di hip-hop. Peter Dundas, il direttore creativo del marchio fiorentino, stravolge la forma proponendo capi mixati a parti provenienti direttamente dall’active wear. Il designer reinterpreta il concetto di lusso in questa chiave moderna, dove la creatività e l’esperienza trovano finalmente terreno per nuove ambizioni.

Le forme sono fluttuanti, la gonne corte, gli abiti in jersey sono uniti ad ampie tute realizzate in tessuto tecnico; i mini abiti vengono indossati sotto enormi parka, la giacca smocking si lega ai pantaloni da jogging e molte altre inusuali combinazioni.

I colori e i motivi traggono ispirazione dal mondo africano: il blu elettrico, il rosso arancio e il giallo sapientemente combinati, creano scioccanti giochi di luce. I graffiti della Maison fiorentina si accostano ai ricchi ricami Masai che impreziosiscono i capi, insieme ai tanti dettagli come fili di rafia, perline e cristalli, che decorano gli indumenti.

Per gli accessori Dundas propone cinture in metallo con il simbolo della casa di moda e gli stivaletti open-toe rubati dal mondo della boxe.

Categoria: | Articolo del | Scritto da Redazione